Medersa Ben Youssef

Si tratta di uno degli edifici più simbolici di Marrakech, l’architettura è sicuramente tra le più caratteristiche della città e del Marocco.

Edificato nel 1564, dal sultano Moulay Abdellah, fu restaurato quasi completamente nel corso del 1700.

La costruzione si caratterizza per le decorazioni e gli effetti architettonici, a simboleggiare il periodo di fioritura dell’arte costruttiva marocchina.

Si accede alla Medersa per mezzo di un lungo corridoio che conduce al vestibolo, collocato in un grande cortile, questo cortile si caratterizza per la presenza di portici, di una grande piscina rettangolare, di una stanza per le preghiere, ogni particolare è ricco di decorazioni e incisioni.

L’ultima parte della Medersa è ricoperta di piastrelle smaltate, posizionate a formare una stella a otto punte, al di sopra delle piastrelle è iscritto un testo del Corano, che sifonde con il disegno sottostante.

La Medersa è un edificio diffuso in tutti i paesi di religione islamica, veniva impiegato nel passato come luogo di studio della teologia e del Corano, al suo interno, i giovani venivano istruiti dagli insegnanti, gli studenti alloggiavano, per tutto il periodo dello studio, nelle 130 celle della Medersa Ben Youssef, che in questo modo poteva accogliere circa 900 giovani.